MTN Racer, una Ferrari che sa essere un Pandino 4×4.

Una definizione che potrebbe svelare nell’immediato le caratteristiche di questa scarpa che è in grado di adattarsi alle vostre esigenze. Discorrendo con un amico spiegavo come queste scarpe riescono a gestire serenamente un’andatura medio lenta, ma danno il meglio di sé se portate al limite. Testate sui terreni tecnici del San Fermo Trail hanno saputo gestire una discesa a cannone e laddove la tecnica di corsa non arrivava (grazie alla stanchezza) ci pensavano loro a restare incollate al terreno.

Su quest’ultima frase ci torneremo in un prossimo articolo, che sarà raggiungibile a breve QUI.

Proviamo ad approfondire ciò che ho scritto.

Caratteristiche Tecniche

La nuovissima Mountain Racer ha un’altezza di 30×25 mm. Otteniamo, quindi, un drop di 5mm che risulta essere uno dei più alti per la casa TopoAthletic. Il plantare Ortholite antimicrobico da 5 mm resistente alla compressione aumenta il comfort della scarpa.

Altezza da terra: 30 mm

Differenziale tacco / punta: 5 mm

Peso: 264 g

Ammortizzazione: alta

Supporto: Piuttosto stabile

Pieghevolezza: abbastanza rigida

Suola

Il design esclusivo della suola Vibram MegaGrip garantisce una trazione ottimale su qualsiasi superficie. Se già la mescola garantisce un’ottima tenuta, il disegno con ampi spazi tra i “tasselli” permette di aggrapparsi a qualsiasi tipo di terreno.

Sperimentata, oltre che al San Fermo Trail, in altre situazioni in cui il terreno presentava rocce bagnate. Serenità e precisione hanno accompagnato ogni mio passo. Con queste scarpe potete scegliere: godervi il panorama a ritmi blandi e non vi deluderanno, oppure scatenare la loro anima infernale.

 In questo secondo caso non potrete deconcentrarvi, richiedono precisione e reattività, ma solo perché raggiungerete i vostri limiti senza metter mai la scarpa in fallo. Un po’ come una Ferrari in pista, lei sa fare il suo lavoro, ma voi dovete gestirla al meglio.

Intersuola

Con una densità leggermente maggiore rispetto a Ultraventure, l’intersuola in EVA iniettata in 3 pezzi è studiata per il trail racing e lo speed-hiking.

Questa struttura vi permette di affrontare anche ultra trail che, a mio avviso, possono arrivare fino a 80-100 km in base all’allenamento che i vostri adorati piedi hanno.

Io ho percorso i 90 km dell’Adamello Ultra Trail e solo nella discesa finale, su pietroni radici e terra cominciavo ad accusare leggeri fastidi alla pianta del piede.

Tomaia e Calzata

La tomaia in mesh rip-stop leggera con rivestimento stampato offre una vestibilità sicura; porte di drenaggio mediale e laterale garantiscono il rilascio dell’acqua e la rapida asciugatura.

Anche qui la protezione è elevata ed i vostri piedi non accuseranno scontri con piccoli sassi e radici. Se poi avete la necessità di fare un bel guado, beh, la rapidità non è quella delle Terraventure2, ma non è fastidioso avere il piede bagnato all’interno di questa scarpa.

L’avampiede è comodo come qualsiasi altro modello Topo e, mi piace ricordarlo, vi costringe a modificare il vostro atterraggio e ad aumentare la consapevolezza del terreno che state calpestando.

Pregi e Difetti

Ho detto che è una scarpa da corsa, ma sa anche accompagnarvi nella più blanda passeggiata.

Ammetto, però che, se non tirate fuori l’anima infernale, ne godrete solo a metà.

 

Maurizio S.